Geoparchi, Geositi & Geoturismo

Un Geoparco, riconosciuto a livello UNESCO, è un territorio che possiede un significativo patrimonio geologico ed una strategia di sviluppo sostenibile. Deve avere confini ben definiti e sufficiente estensione per consentire uno sviluppo economico efficace del comprensorio e amministrata da strutture ben definite, capaci di rinforzare la protezione, la valorizzazione e le politiche di sviluppo sostenibile all’interno del proprio territorio. I Geoparchi mondiali UNESCO raccontano la storia lunga 4.600 milioni di anni del Pianeta Terra e degli eventi geologici che l’hanno modellato, così come l’evoluzione dell’umanità stessa e sono anche impegnati nell’informare le comunità locali sulle moderne sfide ambientali e su come affrontare rischi naturali quali alluvioni, terremoti, tsunami ed eruzioni vulcaniche. Inoltre, operano per aumentare la conoscenza e la consapevolezza del ruolo e del valore della geodiversità al fine di promuovere le migliori pratiche di conservazione, educazione, divulgazione e fruizione turistica del patrimonio geologico.

Un Geosito è una località, area o territorio in cui è possibile definire un interesse geologico-geomorfologico e/o paesaggistico per la conservazione (Wimbledon W. A. P. et al.,1996). I Geositi forniscono un potente strumento di comprensione della storia geologica di una regione, stato o continente, e dell’uomo stesso, descrivendo una pagina unica (e in alcuni casi irripetibile) della storia della Terra, rivestendo inoltre una notevole importanza dal punto di vista del richiamo culturale, della didattica, della ricreazione, della biodiversità e dell’economia. L’insieme di Geositi che caratterizzano un territorio ne rappresenta il patrimonio geologico.

Il Geoturismo come viene definito dalla National Geografic Society è una forma di turismo che “sostiene o accentua il carattere geografico del luogo visitato – il suo ambiente, il suo patrimonio, la sua estetica, la sua cultura e il benessere dei suoi abitanti”. Geoturismo significa viaggiare per scoprire le meraviglie geologiche nel luogo in cui si trovano e la particolare combinazione che si crea tra risorse naturali e umane che rendono il luogo unico e irripetibile. Il Geoturismo costituisce uno degli strumenti di conoscenza e di valorizzazione del territorio con le più alte potenzialità di sviluppo, in armonia con i principi ormai inderogabili della sostenibilità ambientale. Attraverso una mirata valorizzazione, l’area diviene polo di riferimento turistico caratterizzato da quei temi che associano all’interesse prettamente scientifico-divulgativo anche quello emotivo-semiologico legato alle sole caratteristiche paesistico-ambientali.

Il Tavolo intende dare il giusto risalto a tre importanti Ambiti geologici di indubbia attualità: i Geoparchi, i Geositi ed il Geoturismo, al fine di identificarne correttamente i fattori caratterizzanti, valorizzarne le peculiarità e le potenzialità per il nostro territorio italiano, con interessanti ed inaspettati risvolti per il geologo.
Partendo dalle definizioni e dallo stato dell’arte nelle varie regioni italiane, il tavolo presenterà proposte finalizzate alla valorizzazione della figura del geologo nei tre ambiti esplorati con l’obiettivo di renderla elemento prezioso, insostituibile ed irrinunciabile nei progetti scientifico-amministrativi che interessano la sua gestione ed il suo sviluppo, conferendo così al geologo anche un importante ruolo economico, oltre al naturale ruolo tecnico-scientifico.
Con la consapevolezza dell’importanza del dover incidere già a livello scolastico si proporrà l’introduzione di indirizzi specifici nelle scuole superiori, così come per le Università l’istituzione di corsi di laurea magistrale e/o di master post-laurea orientati verso la valorizzazione, lo sviluppo e la gestione dei tre diversi ambiti.

Commissione

Stefania NOTARPIETRO (Coordinatore), Ordine dei Geologi Valle d’Aosta
Aniello ALOIA, Ordine dei Geologi Campania
Maria Luisa ANGELONE, Ordine dei Geologi Molise
Adriana CAVAGLIA’, Consiglio Nazionale dei Geologi
Franco GIANOTTI, Ordine dei Geologi Valle d’Aosta
Maria Cristina GIOVAGNOLI, Ispra
Marina FABBRI, Ordine dei Geologi Lazio
Silvia ROSSI, Ordine dei Geologi Umbria
Fabio VITA, Ordine dei Geologi Marche